“La libertà è un colpo di tacco” con il progetto BraiNet. Appuntamento venerdì 27 gennaio a Geggiano

cover_lorenzetti“La libertà è un colpo di tacco”. E’ questo il titolo del libro di Riccardo Lorenzetti che sarà presentato venerdì 27 gennaio, alle ore 17.30, presso il Circolo Arci di Geggiano nell’ambito del progetto “BraiNet – rete di centri di produzione culturale”, coordinato dall’Arci provinciale di Siena in collaborazione con enti locali e associazioni del territorio senese e rivolto a giovani di età compresa fra 18 e 30 anni. L’appuntamento vedrà la partecipazione dell’autore e di Filippo Lombardi, del Circolo Arci Vescovado di Murlo. Il progetto “BraiNet – rete di centri di produzione culturale” è tra i vincitori di “Giovani Attivi”, bando di aggregazione giovanile e animazione finanziato da Regione Toscana – Giovanisi in accordo con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e rivolto ai soggetti del terzo settore.

Il libro. “La libertà è un colpo di tacco” unisce amore, calcio e libertà e tratta, come recita la prefazione di Federico Buffa, del “primo (e unico) tentativo di fare una rivoluzione giocando a pallone. E riuscirci”. La libertà, infatti, arriva anche grazie a un colpo di tacco, la giocata più magica e irriverente che, nel calcio, spiazza l’avversario ed entusiasma il pubblico. Il colpo di tacco era la specialità del grande Socrates, il Capitano del favoloso Brasile 1982, ma soprattutto il leader riconosciuto del Corinthians di San Paolo, la squadra che in quegli anni inventò la celebre “Democracia Corinthiana” e contribuì a dare la spallata decisiva alla dittatura militare che durava da vent’anni. Un personaggio e ideali che accompagnano il lettore a scoprire il valore della libertà in modo nuovo.

Il progetto BraiNet punta a intercettare giovani fra 18 e 30 anni per aiutarli nella progettazione e costruzione del proprio futuro, attraverso iniziative formative e culturali, sportelli di informazione e ascolto. Questi ultimi sono già aperti e operativi a Monteroni d’Arbia e Colle di Val d’Elsa: il primo ogni primo e terzo mercoledì del mese, dalle ore 18 alle ore 19 nella Sala Consiliare del Comune di Monteroni d’Arbia, e il secondo ogni secondo e quarto martedì del mese, dalle ore 18.30 alle ore 19.30, nei locali dell’Associazione Per l’Agrestone. Per ulteriori informazioni su tutti gli appuntamenti e sul progetto BraiNet, è possibile chiamare il numero 0577-247510 oppure scrivere all’indirizzo next.arcisiena@gmail.com.

I soggetti coinvolti nel progetto BraiNet al fianco dell’Arci provinciale di Siena sono la Provincia di Siena; i Comuni di Siena, Castelnuovo Berardenga, Chiusdino, Colle di Val d’Elsa, Montalcino, Montepulciano, Monteroni d’Arbia, Murlo, Poggibonsi e San Gimignano; la Fondazione Territori Sociali AltaValdelsa (Ftsa); l’Accademia Minima del Teatro Urgente–progetto Officine d’Elsa; l’Associazione Culturale Didee; l’Associazione Culturale Motus; l’Associazione per l’Agrestone; l’Associazione Teatrale Straligut; i Circoli Arci Torrenieri, Blue Train Club, Arci Centro, “I’Circolo”, “La Società” Pianella, ‘Lavoro e Sport’, Vescovado di Murlo, Collettivo Piranha, Legambiente Circolo di Chianciano Terme – Montepulciano e Mattatoio n°5. Insieme a loro, anche Giunti O.S. Organizzazioni Speciali S.r.l.

8 mesi ago by in Circoli , News. You can follow any responses to this entry through the | RSS feed. You can leave a response, or trackback from your own site.